I Pedalò 2.0

0
1876
views

I Pedalò 2.0

Durante l ‘ inverno del 2016 vi era ben poco da fare a La Spezia per passare il tempo .

Freddo , pioggia e vento . Di uscire nemmeno a parlarne e lavori di certo non ve ne erano da sbrigare . La noia era la costante della giornata d’ufficio.

Parlando con gli amici , un bel giorno , mi venne da parlare delle possibilita’ che le nuove idee e tecnologie offrono, per rivitalizzare un progetto anche vecchio , vetusto e passato di moda .

Era un parlare per parlare , ma ero convinto , come lo sono ora , che non vi e’ neppure un oggetto che non possa essere migliorato , affinato , perfezionato , e in pratica , reinventato.

Siccome siamo nel settore delle barche , venne da parlare della barca piu’ semplice e banale che esista . Il PEDALO’ .

Chi di noi non ci ha giocato d’estate , almeno una volta ? Da bambini o ragazzini , negli stabilimenti balneari il pedalo’ la faceva da padrone e ancora ora , non vi e’ spiaggia senza questi piccoli e inoffensivi natanti .

Il pattino con i remi ispira un po’ di rispetto , perche’ nessuno si sente veramente a suo agio a vogare in di fronte alla spiaggia , mostrando qualita’ che sa di non possedere …ma il pedalo’ …quello va sempre bene .

Si decise di rivederne la linea e di rimodernarlo ?

L’ ingegner Davide si mise al computer e comincio a nascere un oggetto molto diverso dal normale pedalo’ , che siamo abituati a conoscere!

Si penso’ di sistemare un salvagente anulare sul ‘cofano’ e addirittura un piccolo pannello solare al centro del salvagente , e magari alimentare una batteria ed un motorino elettrico di emergenza o per far riposare le gambe .

Pian piano cresceva l’entusiasmo per questo mini progetto e nascevano i nuovi modelli , in un grande divertimento generale !

questa era la versione per portare i subacquei . Ideale per una piccola scuola sub , per portarli a pochi metri nell’ acqua , senza dover caricare il peso delle bombole o dei piombi . un punto di appoggio durante le immersioni …

Adatto anche per zone dove le barche sono proibite , perche’ il pedalo’ e’ considerato in Italia alla stregua del materassino o del gommoncino che si compra all’ Esselunga . Non e’ una barca .

venne una versione per portatori di handicap , per permetter loro di godersi il mare in santa pace . In effetti ogni stabilimento balneare ne dovrebbe avere uno !

questa era la versione Gelateria Itinerante . Con gelati tenuti al freddo dal ghiaccio secco e sicuramente un grande divertimento per i bambini …potrebbe fare su e giu’ lungo la spiaggia e sicuramente susciterebbe molto entusiasmo e voglia di correre in acqua e salirci .

Seguirono altre versioni , sempre piu’ avveniristiche !

Da quella fitness , con cardiofrequenzimetro e calcolo del consumo calorico mentre si pedala , alla versione lusso con tetto in carbonio , al quella con luci subacquee adatta per diventare un bar serale galleggiante ….

Fu una esperienza molto interessante che ho voluto condividere con i miei lettori . E’ interessante immaginare come si puo’ migliorare un qualsiasi oggetto conosciuto e comune , e renderlo piu’ attraente o piu’ utile o specifico per un certo uso . E’ un esercizio che raccomando a tutti !

Per quanto riguarda i pedalo’ …fini’ l’ inverno e la vita ed il lavoro ripresero il loro corso . I pedalo’ li misi in un cassetto in attesa di tempi migliori che poi in effetti non arrivarono … e ora li ho tirati fuori per voi !