Il Cliente Salvatore

0
1013
views

Il Cliente Salvatore

Nel 2003 , durante una serata in birreria , insieme ad un amico thailandese , in un momento di euforia , si decise di costruire un catamarano con i motori elettrici , e ci si strinse la mano , cerimoniosamente .

Passata l’euforia , fu necessario recarsi dal disegnatore e mettere mano a quello che in seguito fu chiamato l RB 50 .

Un grosso catamarano a motore , studiato per portare un numero colossale di batterie , pesantissime , e due motori elettrici .

Chiaramente , una decisione presa in birreria , nella pratica di cantiere , non risulta mai ideale . In questo caso , si confermo’ la regola .

I disegni erano venuti bene , eccone uno :

si era iniziata la costruzione , in sordina , perche’ chiaramente nessuno dei due ci voleva mettere soldi e sicuramente ci si sarebbe tagliati le mani , per aver stretto quel patto in birreria ..

Comunque i lavori , diciamo cosi’ , stancamente ,andavano avanti . La costruzione di un oggetto del genere , senza stampi e lavorando di braccia, non e’ affare da poco .

Era una strutturona tutta in nido d’ape , mentre si era costruita un’ossatura a perdere , in legno , per appoggiare i pannelli , per costruire uno stampo a perdere ,da usare una volta sola . Un lavoraccio , come si vede .

 Un bel giorno , finalmente , il mio amico mi espresse il desiderio di farla finita. Non voleva suicidarsi ma , anche peggio , voleva indietro i soldi e voleva sbolognarmi quel giocattolo in costruzione !

Per senso di amicizia, diciamo cosi’ , dovetti procedere con la restituzione e mi rimase sul groppone , il catamarano .

Mi resi subito conto che il mercato per un catamarano enorme ,di 50 piedi , larghissimo e dotato di motori elettrici e 10 tonnellate di batterie , era praticamente ZERO. Chi avrebbe voluto spendere quasi un milione di euro per andarsene in giro a 4 o 5 nodi , se andava bene, con un’ autonomia di poche ore ,e stracarico di cavi , batterie , e elettronica di gestione ?

Con questa bella situazione , andai avanti un annetto . Il catamarano in un angolo del cantiere, coperto di polvere , e con me che quando lo vedevo , sognavo di distruggerlo con la mazza .

Ma evidentemente vi e’ un Essere Superiore che aiuta gli Audaci . O per lo meno in quel caso si mosse a compassione . Ed avvenne l’ incredibile .

Dopo un rapido email , mi arrivo’ in ufficio un distinto signore di Singapore . Si occupava di tutt’altro per vivere , ma Mr John , cosi’ si chiamava , aveva l’idea di organizzare dei matrimoni , su un grosso catamarano ..

La barca avrebbe dovuto portare molto peso , per gli ospiti ed il buffet , e la velocità non era un problema , perché avrebbero fatto un giretto dentro il porto !

Mi resi conto che il Signore si era scomodato e avevo scovato forse l’unica persona al mondo che avesse potuto volere quella barca !

Dopo una rapida contrattazione , e un semplice contratto , con un entusiasmo rinnovato , anche senza la birra , mi rimisi al lavoro ed ecco il risultato finale !

La coperta, tutta in teak , le linee essenziali ma non prive di eleganza . Una barca per lavorarci , ma con un certo stile ed adatta all’uso che se ne andava a fare

le feste erano previste anche di notte ..

gli interni tutti in teak massello , con un salone grandissimo interno ed ampi sofa’ a prua e poppa . La barca portava facilmente un centinaio di persone .

ed ecco me stesso , piu’ giovane , in discussione con il progettista ..

e per finire , ecco i matrimoni cinesi , finalmente in azione !