Il Taglia-Onde

0
992
views

Il Taglia-Onde o Wavepiercer

Secondo me non vi e’ mai stato un marinaio o un costruttore o un amatore che non abbia pensato a come risolvere il problema delle onde .

Onde che , provocando rollio e beccheggio , riescono a rovinare le belle gite domenicali , a far passare l’ appetito a gente affamata , a far desiderare di scendere a chi sognava una bella vacanza , magari dopo un anno di lavoro .

Meravigliosi superyacht , con i quadri d’autore alle pareti , con il personale in abito bianco con i bottoni dorati , con lo chef che prepara ostriche e champagne …..e l’ armatore ha il mal di mare e non esce dalla cabina e passa le vacanze imprecando e stravolto , con la faccia che tende al verde pistacchio …

Chiunque sa che il problema sono le onde .

Da lungo tempo , ogni cantiere o disegnatore , ha avuto sempre la stessa idea

Invece di cavalcare l’onda , come fanno le barche , provare a tagliare le onde come un coltello .

Infatti tutti sanno che il sottomarino non rolla . E naturalmente tutti noi sappiamo che quando si gioca sul bagnasciuga , ed arriva l’onda , basta mettersi sotto un attimo , e l’acqua sotto l’onda e’ calma .

Sulla base di questo semplice concetto , mille disegnatori hanno prodotto concetti come questo , per esempio :

Molti cantieri hanno realizzato , da imbarcazioni piccole a grosse , sulla base di questo concetto che di solito viene chiamato ” Wavepiercer”

il Tagliaonde . Eccone alcuni :

Wavepiercer

piccolo , semplice . Forse un po’ grande fuori e piccolo dentro ..comunque va bene

Questo forse e’ piu’ una barca con stabilizzatori che un Taglia Onde

Naturalmente noi , nel nostro cantiere , non potevamo essere un’eccezione !

Normalmente si potrebbe anche considerare che , siccome questo disegno non ha preso molto piede , a parte alcune navi militari , e’ perche’ ci devono essere delle difficolta’ .

Senza avere i fondi della Marina Militare Americana , e neppure un ammontare decente da investire , per garantire un lavoro di ingegneria completo , ma compensando con l’entusiasmo , si decise nel 2000 di mettere mano al Trimarano Wavepiercer Tagliaonde RB!

Il disegno era abbastanza interessante !

L’idea era una piccola barca per trasporto passeggeri , che portasse una dozzina di persone piu’ 2 di equipaggio , per trasporti dalla terraferma alle isole thailandesi , senza il problema delle onde e della gente con il mal di mare , perche’ il Wavepiercer RB avrebbe TAGLIATO LE ONDE !!!

Beh ..insomma ..con questa ambizione esagerata e molto entusiasmo , si parti’ a mettere insieme i compensati per la struttura

Si erano fatte alcune prove ma il mare era quasi calmo e in effetti , la barca , incredibilmente , sembrava funzionare !

Preso dall’entusiasmo , decisi di curare l’ immagine e misi mano al prototipo , cercando di farlo piu’ bello possibile . Pronto per una campagna marketing su base mondiale !!

Motorizzato con un piccolo motore fuoribordo di solo 40hp , sembrava trasportasse 12 persone a circa 10-12 nodi , con punte a 15-16 nodi , con un consumo ridottissimo e soprattutto , con grande confort !

Si stamparono gli adesivi con il logo della barca , si prepararono le magliette con la foto , e ci si preparo’ al grande lancio con la stampa !!!

Senza aver fatto delle prove veramente complete , il mio manager organizzo’ le prove in mare !

Al porto avevamo il nostro ormeggio , con il tappeto rosso davanti alla barca , il tavolino con l’ ombrello , il rinfresco , la miss bellissima con la maglietta dell’ evento , i depliant ……

Va bene . Avrete immaginato la scena .

Arrivarono le persone importanti . In giacca e cravatta , chiaramente . Tutti a bordo a provare il nuovo gioiello della tecnologia , rivoluzionario . Il futuro del trasporto via mare !!

Con musica a bordo , il mio manager servi a tutti il quotidiano del giorno con il bicchiere di spumante …come su un aereo . Ci vantavamo che sulla nostra barca , si poteva leggere il giornale e non si rovesciava il bicchiere ….addirittura !!!

Quel giorno vi era vento forte e un po’ di onda .

Per un attimo, ricordo , esitai e pensai come posporre l’ evento …ma poi venni sopraffatto dagli eventi .. In un attimo erano tutti a bordo …

La barca usci’ con il suo carico di persone importanti , in giacca e cravatta , con le mogli eleganti anche loro , vestite in lungo con i cappelli come la Regina Elisabetta .

All’ uscita del porto , vi erano onde di lato e un ventaccio . La barca fu investita dalle onde laterali , gli spruzzi arrivarono a bordo , abbondantissimi .

Seguivo la scena dalla banchina del porto , dove mi ero recato , all’ imboccatura . Per fortuna non ero a bordo . Mi avrebbero linciato.

Si sentivano le grida provenire dalla barca , ogni volta che un ondata si abbatteva sui poveretti , gelata , bagnandoli fino alle ossa !

Cercai inutilmente di far segno al capitano di rientrare…..niente . Non mi vedeva . Aveva incarico di fare un bel giro e far divertire la gente …..non gli venne il dubbio che qualcosa non andava per il verso giusto .

Rimasi in piedi , con lo sguardo fisso sulla barca , che prendeva le ondate e gli spruzzi , per un’ ora . In stato catatonico … una specie di coma vigile .

Pian piano ritornai al pontile , che la barca stava rientrando .

C’era il sindaco con la moglie , il direttore generale del dipartimento dell’ industria e altre personalita’ .

La barca ormeggio ‘ .

Pensai per un attimo di scappare . Ma il Comandante deve affondare con la sua barca . Resistetti .

…. sorpresa

Ridevano come pazzi !

si davano pacche sulle spalle e si erano tolti le scarpe piene d’acqua , le cravatte e le giacche . Erano presi a raccontare battute e storielle

Appena mi videro , si misero tutti a ridere , dicendo che era un prodotto eccezionale , per far divertire i turisti .

Che come traghetto non ne parlavano neppure , ma che era fantastico per un water park !

Insomma …se ne andarono tutti , finalmente .

Il progettista mi si avvicino’ , tutto tranquillo e mi propose di alzare il parabrezza .

Gli chiesi di lasciarmi solo che avevo sofferto abbastanza e ucciderlo con le mie mani ,li sul posto , mi sembrava una punizione insufficiente .

Dopo anni , invece , non sono piu’ arrabbiato . Anzi , fu un’esperienza divertente ed istruttiva .

Ci insegno’ l’umilta’ . Ed e’ sempre una lezione molto valida .

wavepiercer boat