Mini Sottomarini

0
980
views

Mini Sottomarini

Nel 2008 mi capito’ persino di passare una serata , fino a notte tardi , con due cordialissime persone , all’ Hard Rock Hotel di Pattaya , a parlare di mini sottomarini .

Bert e Peter mi avevano scritto qualche email , e ci eravamo dati un appuntamento .

Erano due persone molto interessanti .Intelligenti e di grande esperienza . Peter era un inventore . Un canadese , ingegnere . Avrei imparato molto da lui , negli anni a venire .

Bert era un olandese . Un uomo d’affari con interessi in svariati campi . Dall’ elettronica , ai vigneti . Con la sua produzione di vini , mi pare in Francia .

Peter aveva disegnato un minisottomarino . Un monoposto , particolarissimo e molto interessante .

Aveva quasi completato il prototipo .

Cercavano un’ azienda per produrre in serie , i due modelli ,che all’epoca si chiamavano C-Quester 1 e 2 .

Eccoli :

Il lavoro fu molto complesso e , mentre la parte in vetroresina era relativamente semplice , non eravamo certo in grado di affrontare le complessita’ dell’ elettronica e dei serbatoi interni a bilanciare il mezzo .

L’ordine era di grande importanza , per me e la mia ditta . 40 unita’ .

Mi trovai proiettato per un paio d’anni , con soft tanks , sistemi per sganciare la zavorra , lavorazioni in plexyglass per realizzare la cupoletta , sistemi doppi di gestione dell’elettronica …..un mondo per me nuovo , ed affascinante .

Realizzammo e spedimmo in Olanda un buon numero di unita’

Non ebbi mai la fortuna di provare uno di questi mezzi straordinari . Erano ancora troppo grezzi e ci sarebbero voluti ancora degli anni di lavoro in Olanda , e mille modifiche , prima di poter veramente provarli

Ricordo pero’ il volto del proprietario , il Signor Bert , quando per la prima volta il C Quester si stava immergendo e l’acqua saliva e sommergeva la cupoletta …..credo che la sua vita gli stesse passando davanti agli occhi ….

Devo dire che si rivelo’ una grande persona e dopo anni e anni di cambiamenti , riusci’ ad avere un grande successo commerciale , con modelli ancora totalmente nuovi e diversi da quelli originali .

L’ho intravisto di recente , al Salone di Monaco , con un bellissimo sottomarino …

Ecco , quell’ uomo ha insegnato a tutti noi come si deve perseguire un obbiettivo. In modo instancabile , senza pensare ne’ guardare agli insuccessi del momento , e pensando al successo finale .

Complimenti Bert !