Piscine Galleggianti

0
1279
views

Le Piscine Galleggianti

Nei porti , piu’ o meno ovunque , dove ho girato , ho notato che c’e’ sempre un buon numero di proprietari di barche che vivono a bordo .

A volte ci sono delle belle community di gente simpatica , e a volte ci sono grossi yacht , dove gli armatori sono un po’ una comunita’ chiusa di benestanti o super ricchi , e con poche possibilita’ di fare amicizia .

Spesso ho notato che sono zone dove il costo del terreno e’ proibitivo o addirittura impossibile da comprare , perche’ non ce n’e’ . Se pensiamo a tutta la Costa Azzurra ,in pratica e’ cosi’ . E’ tutto costruito e non vi sono posti disponibili per costruire alcunche’ .

In effetti anche in Spagna , in Portogallo , tende ad essere lo stesso ….e’ la caratteristica del nostro Vecchio Continente, con i suoi pregi e difetti .

Una decina di anni fa mi venne l’idea di costruire delle piscine galleggianti da ormeggiare in un posto barca , pagando una certa cifra di affitto , come fossero delle barche .

L’idea era di creare un posto di ritrovo per gli armatori , dove uscire dalla propria barca senza scarpe e in costume , sedersi in un bar li a lato , con piscina , a due passi dalla propria barca …magari a fare due chiacchiere tra vicini , per conoscersi , per non essere cosi’ isolati .

disegno di piscine galleggianti

Queste piscine potrebbero essere la soluzione per porti come Singapore , dove il mare e’ brutto e non vi e’ nulla di bello nelle vicinanze .

Una spiaggia privata dentro un porto , per godersi il mare anche se non si puo’ uscire , perche’ magari c’e’ il mare grosso …

Pensiamo a chi ha un grosso yacht , vive a bordo ed ha tutto ….gli manca la spiaggia e il posto dove fare il bagno !

Sullo yacht ha molte camere da letto con gli arredi lussuosi , l’ascensore interno , la palestra , i quadri d’autore alle pareti ….gli manca il mare !

E’ un’idea che penso possa essere di un certo successo .

Un mini consorzio di due o tre armatori , potrebbe finanziare la prima . Si possono trasportare via mare , perche’ chiaramente sono troppo grandi per essere trasportate per strada e vanno rimorchiate fino a destinazione .

Se costruite con attenzione , potrebbero fornire degli extra punti di ormeggio , come pontili temporanei per alcune barche in transito .

Ad esempio , un armatore che ha un grosso yacht , nello stesso porto, potrebbe recarsi alla piscina-punto di ritrovo , con il tender o la moto d’acqua, se la sua barca non e’ immediatamente confinante .

La cosa piu’ interessante e’ la possibilita’ di sfruttare gli spazi portuali degli ormeggi , che chiaramente si possono affittare e condividere .

In certi porti , come Cap d’Ail o Monaco Port Hercules o Fontvieille non esiste spazio utilizzabile . Ma il problema e’ di quasi tutti i porti del mondo , dove lo spazio nel migliore dei casi e’ lontano e scomodo per chi vive in barca .

Nel passato disegnai anche un mini hotel galleggiante , da ormeggiare in una marina , per le esigenze di armatori , amici e visitatori che hanno sempre il problema di spostarsi .

l’ idea era di realizzare delle strutture componibili , per partire con qualcosa di piccolo , diciamo 4-8 camere , e allungarlo , aggiungendo dei moduli abitativi , in larghezza ed anche in altezza .

Questo disegno era per 12 camere , con l ‘ ingombro di uno yacht di 35 metri , piu’ o meno . In molti porti , pagherebbe solo 2000 euro al mese di ormeggio , e il costo di costruzione della struttura , se ricordo bene il preventivo , era sotto il milione . Si parla di costi molto inferiori a quello che dovrebbe essere il valore di mercato di 12 camere nel porto , a lato dei superyacht !

Naturalmente sia le piscine che l ‘hotel galleggiante dovrebbero avere anche un mercato nei fiumi e sui laghi . Se per esempio un hotel non ha stanze a sufficienza e non ha modo di espandersi sulla terra , potrebbe farlo sull’acqua, in questo modo .