Spirit of Chemainus

0
1346
views

Spirit of Chemainus

E vabbe’ , lo avrete capito .

Abbiamo commesso la follia dell’ acquisto di cui si parlava in un post precedente e ora viene la parte pesante : il restauro di Spirit of Chemainus .

Cominciamo dal nome . Chemainus e’ una comunita’ dell’ isola di Vancouver , British Columbia , Canada.

Il nome viene dal famoso capo che sopravvisse ad una ferita al petto .

“The name Chemainus comes from the native shaman and prophet “Tsa-meeun-is” meaning broken chest. Legend says that the man survived a massive wound in his chest to become a powerful chief. His people took his name to identify their community”

L’ idea nostra e’ di ristrutturare la barca , mantenendo chiaramente lo stile e la classicita’ , questo e’ ovvio . Ma vorremmo aggiungere qualche piccolo accorgimento sulle vele , per poter imbrogliare le vele di parrocchetto , senza dover salire a riva , sui pennoni , che in mare aperto , e’ un esercizio difficile e anche pericoloso . Certamente da evitare, se possibile . La veleria che ci sta assistendo , di Sarzana , ha fornito un set completo alla nave della Marina Italiana , Amerigo Vespucci , e ci ha consigliato un metodo per evitare la salita a imbrogliare le vele portanti .

L’elenco dei lavori sembra lungo , e in effetti lo e’ , ma non manca l’ entusiasmo e la voglia di iniziare . Domani mi reco in un cantiere a cercare ospitalita’ per l ‘alaggio e i lavori . Speriamo in bene !

Mettere mano a una nave con una storia , e’ impegnativo e di grande responsabilita’ . Per cui la fretta dovremo tenerla a bada , ad evitare pasticci , sempre possibili .

In queste prime settimane , ho girato a cercare i fornitori e ho fatto qualche sopralluogo con i miei piu’ fidati collaboratori del passato , cercando di mettere insieme un preventivo.

Ho intenzione di alternare i lavori sullo Spirit al viaggio sul Taita . La vita ‘e tutta un viaggio e cambia tutti i giorni …prego il Lettore nella sua bonta’ di accettare questi cambi di rotta .

Di tanto in tanto aggiornero’ anche sulle vicende di questa barca e di questo progetto .

La foto qui sopra e’ del 2014 , a Genova Aeroporto , quando la mia strada e quella dello Spirit si incrociarono per la prima volta .

Devo dire che fu un colpo di fulmine , ma le condizioni non erano mature per una relazione duratura .

Lavoravo ancora in Thailandia e altri impegni erano pressanti per iniziare un’opera del genere .

Ora e’ diverso . Lo Spirit mi aspettava ( un po’ piu’ scassato di prima , ma in effetti anche io non sono piu’ quello del 2014 , per cui me ne sono fatto una ragione ) , ed e’ scattato un amore tra adulti , che speriamo duri !

Questa barca ha molta storia . Ha girato il mondo , arrivando fino alla mitica Pitcairn nel Pacifico . L’ isola dove si rifugiarono gli ammutinati del Bounty e vissero il resto dei loro giorni .

Lo Spirit of Chemainus lavorava all’ epoca per una Fondazione Canadese , una scuola Cristiana , che si era occupata del restauro dello scafo donato , e nel 1985 aveva rimesso in acqua la barca , facendone una scuola di vela ( e di vita) per ragazzi .

Vedremo di essere all’ altezza del passato e di garantirle un futuro almeno altrettanto radioso !