Tallinn – Estonia

0
1830
views

Arrivati a Tallinn! La capitale dell’ Estonia

Cari Lettori,

oggi ho fatto una passeggiata di parecchi chilometri e circa 6 ore, divertendomi a perdermi per Tallinn.

Bella citta’ , senz’altro . La giornata era abbastanza calda , per essere il 27 Dicembre e c’erano 2 gradi.

La citta’ e’ sviluppata intorno ad un magnifico centro storico medievale, ampiamente valorizzato e in parte ricostruito, con bei negozi e ristoranti di elevata qualita’ e prezzi per nulla economici.

Bella la scacchiera….ma 15 mila euro sembrano tanti….

Mentre si passeggiava con la famiglia , si osservavano le vetrine e le bellissime lavorazioni artigianali di pelle , legno , e la famosa ambra locale , che gia’ avevo conosciuto a Santo Domingo e dove e’ piu’ famosa.

Bella la scacchiera….ma 15 mila euro sembrano tanti….

Mentre si passeggiava con la famiglia , si osservavano le vetrine e le bellissime lavorazioni artigianali di pelle , legno , e la famosa ambra locale , che gia’ avevo conosciuto a Santo Domingo e dove e’ piu’ famosa.

Sono stato colpito da questo pensiero , che qui vado a spiegare :

Le catene americane del cibo , hanno permesso di recepire e diffondere un messaggio semplice :

Bistecca ? Made in USA

Hamburger ? McDonalds ….USA

Questo vale per altri Paesi , naturalmente .

La piccola Thailandia, quasi insignificante sullo scacchiere mondiale ….eppure anch’essa…

Massaggio ? Thailandia !

Vale a Tallinn , in Olanda , in Norvegia , a Praga …ovunque !

Ma….e noi ???

L’Italia …e’ sinonimo di cosa ?

Vi sono presenti ovunque, nei centri importanti del mondo , le griffe famose . Versace, DG , Emporio Armani , Ferragamo ecc.

Ma ho una sensazione fastidiosa . Mi pare che l’ Italianita’ non sia piu’ un simbolo .

A volte e’ un nome buffo , italianizzante , che si trova appioppato su un cartello di un ristorantino in Ungheria , o su una confezione di pasta di improbabili origini italiche …

Persone geniali , italiane , riescono ancora , nonostante tutto , ad esportare il proprio marchio , faticosamente creato . Ma l’ italianita’ non e’ piu’ sinonimo di qualcosa.

Credo ci siano stati molti errori nel curare l’ immagine del nostro Paese .

Ecco il marchio fiorentino , che sbarca a Tallinn . Frutto del sacrificio di un uomo geniale che vi ha dedicato la vita .

Eppure , nonostante questo , il made in Italy sembra attraversare una crisi di immagine , senza precedenti …

continua da Tallinn..