Il viaggio del Taita

0
508
views

Il viaggio del Taita

Abbiamo detto che il Taita ha lasciato La Spezia nell’ agosto 2017 e lentamente ha attraversato il Mediterraneo , fermandosi frequentemente . Una lunga sosta a Valencia , e poi soste piu’ brevi a Benalmadena , a Malaga , poi finalmente Gibilterra e la sosta lunga ad Albufeira .

Dopo Albufeira mi sono recato a casa per la nascita del piccolo Anatholy e finalmente , in gennaio , la tappa Albufeira – Portimao- Cascais- Figeiras da Foz – Porto .

Al momento la barca e’ a terra per lavori di manutenzione di cui diremo separatamente .

I prossimi obbiettivi , sono la tappa Porto – La Coruna e il Golfo di Biscaglia .

Ho molto interesse nel visitare la Spagna sul lato Atlantico, che non conosco e che mi e’ stata riferita come molto interessante .

Mi piacerebbe costeggiare il Golfo di Biscaglia , come mi piacerebbe fermarmi a Vigo . Ma devo fare i conti con la stagione e il viaggio lungo .

Come si vede dalla mappa con la rotta in rosso , l’ obbiettivo sono i fiordi norvegesi durante l’ estate , possibilmente in agosto . Mentre a luglio vorrei vedere alcune zone della Danimarca che si possono visitare solo in barca .

E’ molto importante non sforare troppo perche’ in Settembre ,quindi con stagione un po’ avanzata ma possibilmente non troppo fredda , dovrei fare il passaggio che sfiora le isole al nord della Scozia e finisce alle Isole Faroe .

Sono molti anni che sono affascinato dalle Faroe e sogno l ‘ avvicinamento a quelle isole via mare , con la mia barca .

Dopo le Faroe , dove decidero’ se passare l’ inverno o no , avro’ l’ Islanda . Sono altre 350-400 miglia in pieno oceano di inverno . Occorre vedere se vi e’ una finestra di buon tempo di almeno 4 giorni , per affrontare un salto del genere . Ho deciso comunque di affrontare un problema alla volta , per cui per ora penso ai lavori sul Taita e al Golfo di Biscaglia .

Il piano per il 2018 e’ comunque chiaro , e dovrebbe completarsi in Islanda o almeno nelle Faroe . Per il 2019 invece ci dovrebbe essere la circumnavigazione dell’ Islanda e il salto in Groenlandia a Nuuk . Poi il Canada e poi si dovra’ decidere . Ora e’ troppo presto , naturalmente .

Ho previsto , nella mia testa , alcune scadenze per lavori sulla barca , compresa la sostituzione del motore , che vorrei eseguire in Canada . Ma anche questo e’ da verificare .

Il mio sogno naturalmente e’ il Passaggio a Nord Ovest , di cui parlero’ nel prossimo post .